Piccolo è bello!

La piccola e media editoria in fiera a Roma a Più libri più liberi.

Si è chiusa domenica scorsa la quindicesima edizione di Più libri più liberi, fiera nazionale della piccola e media editoria che quest’anno portava il titolo Sono tutte storie e un’immagine composta da un ecosistema di illustrazioni colorate e ironiche uscite dalla matita di Guido Scarabottolo. Siamo andati a curiosare tra gli stand per carpire novità e tendenze e per scovare quello che in libreria (a volte) non si trova!

Rispetto ai grandi saloni nazionali (pensiamo a Torino, in attesa di capire come sarà Milano…) l’appuntamento romano è senz’altro più agile e smart: in assenza dei big dell’editoria, i piccoli si presentano in grande spolvero, si avverte una bella energia nell’aria e si capisce che la fiera è per loro un appuntamento da non mancare. Anche con una gamba ingessata. Anche a costo di convivenze improvvisate nello stesso stand, tra complicità e rivalità nell’accaparrarsi l’attenzione dei visitatori.

Le case editrici più note e strutturate partecipano portando in fiera non solo libri, ma anche progetti: è il caso di Marcos y Marcos con il progetto BookSound, che seleziona alcuni titoli del catalogo da portare nelle scuole con letture ad alta voce e laboratori di lettura. O di Corraini, il cui stand è sempre una gioia per gli occhi, dove ogni libro può diventare l’inizio di qualcosa da fare (è ormai un caso la serie di “diari” di Keri Smith da distruggere in tutti i modi).

Seguitissimi gli editori di fumetti e graphic novel: i firmacopie di Zerocalcare per Bao o di Gud per Tunué generano ingorghi e lunghe code.

plpl2

I veri protagonisti sono però le case editrici mini o micro, spesso progetti giovani che si riconoscono non solo dall’entusiasmo di chi presidia lo stand, ma anche dall’accuratezza della confezione editoriale. C’è chi punta sull’alleanza tra il testo e l’illustrazione, come Gorilla SapiensAdd, Ifix, e chi sull’ironia e sguardi diversi sul mondo, come Caravan, Barta, Miraggi (che usa i libri anche come lampade!).

In ogni caso, l’illustrazione è sempre più alla ribalta, non solo nella letteratura per l’infanzia (sempre gli stand più belli!) ma anche in quella per gli adulti. Colpisce al cuore la collana Battiti di Ediciclo, che riunisce intorno alla passione per le due ruote autori importanti e copertine da collezione, disegnate da Riccardo Guasco. Ci si spinge fino al libro fatto a mano, con le tirature limitate di Else, laboratorio di serigrafia che racconta storie che vengono da lontano…

02_Retigre

Una fiera bella, dunque? Sì, ma bisogna sapersela meritare! Indovinare il percorso giusto tra strade sconnesse e i palazzoni ministeriali dell’EUR. Ogni comfort per il visitatore è ridotto al grado zero. Toilette e guardaroba sono accuratamente nascosti nella “pancia” del Palazzo dei Congressi; il bar illuminato al neon offre a prezzi esorbitanti panini di plastica degni di un film dell’orrore… Se cultura=bellezza non ci resta che aspettare la Nuvola di Fuksas e sperare di vedere fiere al più presto fiere belle allestite in luoghi belli!

Foto da www.plpl.it

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.