, , , , , , Mediaeducation

Crescere che avventura

Progetto di valorizzazione dell'Archivio storico dell'Istituto degli Innocenti di Firenze

  • Anno: 2013
  • Cliente: Fondazione Telecom Italia - Istituto degli Innocenti di Firenze
Crescere che avventura è un progetto di valorizzazione dell’Archivio storico dell’Istituto degli Innocenti realizzato nel 2012-2013, grazie al finanziamento della Fondazione Telecom Italia sul bando “I beni culturali invisibili. Una risorsa italiana da valorizzare”
  • Ente proponente capofila: Istituto degli Innocenti di Firenze
  • Enti partner: Fondazione Wikimedia Italia, Luoghi per Crescere – Cgm, CO&SO, Consorzio per la Cooperazione e la Solidarietà

 

Il progetto “Crescere è un’avventura” nasce con l’obiettivo di valorizzare l’archivio storico dell’Istituto degli Innocenti (bene culturale invisibile in quanto chiuso al pubblico e poiché detentore di un patrimonio culturale intangibile), contribuendo non solo a diffonderne la conoscenza ma anche a svilupparne il potenziale educativo e di promozione turistica.

Il progetto intende rendere fruibile al pubblico il patrimonio storico e culturale dell’archivio attraverso una serie di attività didattiche rivolte ai giovani e di proposte culturali legate al complesso architettonico dell’Istituto e al nuovo Museo degli Innocenti – MUDI.

 

L’archivio contiene una raccolta di oltre 13.500 unità archivistiche che vanno dal 1218 alla metà del ‘900 e che raccontano, nei secoli, come si è svolta “l’avventura” dei bambini abbandonati accolti all’Istituto e la vita delle famiglie di Firenze.

Attraverso un lavoro di “traduzione” e “attualizzazione multimediale” del patrimonio di storie conservate negli antichi documenti, il progetto “Crescere è un’avventura” individua alcune tematiche “universali” che da sempre caratterizzano la condizione dell’infanzia e dell’adolescenza: il rapporto con genitori, la vita in famiglia, le problematiche della crescita, la questione di genere, l’interculturalità, il tema delle radici.

A partire da questi argomenti il progetto “Crescere è un’avventura” sviluppa una serie di laboratori didattici e multimediali per gli studenti delle scuole e per i giovani delle associazioni.

Sarà anche grazie ad una piattaforma web dedicata che i ragazzi, gli insegnanti e le famiglie potranno svolgere lavori di ricerca, esplorazione e racconto su questi temi.

Tali attività saranno collegate all’offerta educativa della Bottega dei Ragazzi-MUDI (Museo degli Innocenti) e alle iniziative di media education già attuate dall’Istituto stesso (progetto TROOL – Tutti i Ragazzi Ora On Line e progetto “Ragazzi e stampa”).

“Crescere è un’avventura” potrà trovare ulteriori occasioni di sviluppo, arricchimento e visibilità anche grazie alla mostra fotografica “Figli d’Italia”, che avrà luogo al MUDI nel 2011 e che testimonia la crescita dei ragazzi presenti in Istituto negli anni subito successivi all’Unità d’Italia. In questo senso, la mostra permette di riflettere sul significato di cittadinanza ieri, al tempo della nascita della nazione, e oggi, nel mondo globalizzato.

La mostra fotografica, così come l’archivio storico dell’Istituto e il MUDI saranno anche meta di gite scolastiche da parte di classi che si trovano fuori dal territorio toscano ma che sono coinvolte nel progetto “Crescere è un’avventura” grazie al partenariato con “Luoghi per Crescere – Consorzio CGM”.

Le attività e i materiali realizzati nell’ambito del progetto “Crescere è un’avventura” saranno resi pubblici, oltre che in Rete, anche nella manifestazione finale che vedrà il coinvolgimento di tutti i beneficiari e della cittadinanza fiorentina. Il progetto intende realizzare una serie di eventi paralleli che si presentano come occasione di restituzione del lavoro fatto dalle classi, come momento di festa per i bambini e le loro famiglie, oltre che come spazio per giochi urbani collettivi aperti a tutta la cittadinanza.

Infine, il progetto prevede la realizzazione di un e-book dove saranno raccolte le storie prodotte dai bambini e dai ragazzi durante i laboratori e che rappresenterà, simbolicamente, l’ultimo nuovo volume dell’archivio sull’infanzia.

 

 

Azioni

Selezione dei contenuti dalle unità archivistiche e loro digitalizzazione;

Attuazione dei percorsi educativi, differenziati a seconda dei vari gruppi:

laboratori legati alla vita quotidiana dei bambini e delle famiglie, nel passato e nel presente (per

bambini della scuola primaria e secondaria I grado );

laboratori incentrati su un’epoca storica particolare e sulle condizioni dell’infanzia a quel tempo (per studenti delle scuole secondarie di II grado);

laboratori sul presente, sulla vita dei ragazzi di oggi e sulle loro problematiche (per gruppi informali di adolescenti e associazioni di migranti);

Creazione di una piattaforma web come luogo di restituzione dei contenuti prodotti dai ragazzi ma anche di coinvolgimento di un pubblico più esteso;

Definizione, all’interno della mostra fotografica “Figli d’Italia”, di una sezione dedicata al progetto “Crescere è un’avventura” con la presentazione dei materiali prodotti dai ragazzi durante i laboratori e con supporti multimediali per il collegamento alla piattaforma web del progetto;

Formazione di educatori incaricati di accompagnare le classi provenienti da altre città italiane in visita scolastica all’archivio storico, alla mostra fotografica e al museo dell’Istituto degli Innocenti;

Organizzazione di una manifestazione per la diffusione dei risultati ottenuti dal progetto e il coinvolgimento di tutti i beneficiari;

Realizzazione di un e-book ipertestuale pensato per raccogliere i diversi materiali prodotti dai ragazzi (testi, fotografie, video).

 

Aree di intervento

Il progetto “Crescere è un’avventura” ha una vocazione nazionale ed interessa varie zone e città d’Italia in cui sono presenti e operano i partner.

Il progetto ha una ricaduta concreta sui territori della provincia di Firenze e di Prato. All’interno di tali aree, le attività formative coinvolgono istituti scolastici di diverso ordine e grado ed enti locali dislocati sia sul territorio urbano, sia in aree periferiche.

 

Destinatari

Il gruppo target destinatario del progetto sono i minori (8-17 anni) qui suddivisi in base alle realtà coinvolte:

Alunni degli istituti comprensivi (3 istituti, 3 classi per ogni istituto per un totale di 9 classi);

Studenti delle scuole superiori (4 scuole, 3 classi per ogni scuola per un totale di 12 classi);

8 Gruppi informali/centri giovani/associazioni giovanili;

4 Gruppi da associazioni di migranti/ associazioni di seconde generazioni.

 

Beneficiari diretti del progetto sono circa 700 minori per un totale di 30 gruppi sul territorio della provincia di Firenze e Prato.

Sono da considerarsi beneficiari diretti anche gli studenti di quelle scuole che, pur fuori dal territorio toscano, potranno partecipare alle attività di “Crescere è un’avventura” grazie al parternariato con “Luoghi per Crescere – Consorzio CGM” presente in diverse città italiane.

Beneficiari indiretti (ma per i quali è previsto un coinvolgimento grazie anche alle attività realizzate dai beneficiari diretti) del progetto sono:

le famiglie dei minori;

i pari;

gli insegnanti e gli educatori;

cittadini di Firenze e Prato.


Similar Works